Il contributo economico della pubblicità online guida la crescita economica a livello UE

Il contributo economico della pubblicità online guida la crescita economica a livello Europeo

Il report The economic contribution of advertising in Europe parla chiaro già dal titolo: prodotto da Deloitte e commissionato da WFA (World Federation of Advertisers) e da una vasta coalizione dell’industry pubblicitaria a livello europeo, questo documento è il primo a livello europeo in grado di dimostrare il contributo economico e sociale della pubblicità online, mettendo in evidenza la capacità dell’advertising online di guidare la crescita economica in Europa.

L’obiettivo prioritario di questo report sul valore dell’advertising è proprio quello di dimostrare quanto il contributo della pubblicità online sia importante per le economie nazionali, ma anche valutare quali sono i benefici tangibili nei confronti dell’Unione Europea e dei suoi cittadini.

A causa del gran numero di fattori che possono influenzare il PIL, Deloitte è riuscita a creare un modello in grado di isolare i vantaggi della pubblicità per l’economia europea e per i singoli mercati UE.
I risultati principali del report possono essere riassunti in tre punti principali:

  1. In media, 1€ di spesa pubblicitaria ha generato 7€ per l’economia: ciò significa che i 92 miliardi di euro spesi per la pubblicità nel 2014 in UE, si stima abbiano contribuito a generare 643 miliardi di euro al PIL, pari al 4,6% del PIL dell’UE complessiva;
  2. La pubblicità fornisce quasi 6 milioni di posti di lavoro nell’UE, pari al 2,6% dell’occupazione totale in Europa;
  3. La pubblicità offre vantaggi personali e sociali: ciò significa che le persone possono godere delle notizie e delle forme di intrattenimento presenti sui siti internet in forma gratuita o in base a una tariffa ridotta.

Per scaricare la ricerca completa, clicca qui.